L’idea

 

Il progetto Caratsch 6Z nasce dall’idea di unire i mondi delle due e delle quattro ruote al fine di rievocare e celebrare la figura di Rudolf Caracciola.

Siamo partiti da una ricerca storica che ci ha regalato delle sorprese.

Rudolf Caracciola, prima di affermarsi come pilota automobilistico, si cimenta in gare di motociclismo con un certo successo.

Il Tourist Trophy è una delle più importanti competizioni motociclistiche al mondo ma non tutti sanno che ne esiste anche una versione automobilistica.

Rudolf Caracciola nel 1929 vince a Belfast l’edizione del Tourist Trophy riservata alle autovetture consacrandosi pilota Mercedes a bordo di una SSK a 6 cilindri.

Il progetto Caratsch 6Z, recuperando tali elementi storici, dà vita ad una motocicletta che ha la livrea della Mercedes SSK sopracitata (colorazione, numero e dettagli vari) ma anche lo stile storico delle moto che hanno partecipato al Tourist Trophy nel corso degli anni.

L’esemplare unico che ne deriva coniuga perfettamente l’utilizzo stradale con quello sportivo attraverso specifiche soluzioni tecniche e stilistiche. Il Tourist Trophy, quale più celebre gara motoristica che si compie su strada, è il miglior esempio proprio di questo connubio.

Il nome della motocicletta trae spunto dal soprannome del pilota e dall’abbreviazione di 6 Zylinder.

È l’unico veicolo al mondo ad avere la firma autorizzata di Rudolf Caracciola, aerografata sul serbatoio.

Come base tecnica del progetto si è scelta una moto Horex VR6 per una serie di motivazioni: la nazionalità tedesca della casa costruttrice, la struttura del motore a 6 cilindri, l’appartenenza di questa prestigiosa casa motociclistica per un certo periodo alla Daimler-Benz.